Virtus Francavilla-Taranto 3-0, le pagelle: partita stregata

Con due tiri in porta i padroni di casa riescono a segnare tre gol, di cui un rigore molto generoso e la rete finale che nasce da un fallo non ravvisato per i rossoblu che, sbilanciati in avanti e senza un uomo a causa dell’infortunio di Evangelisti, subiscono la terza rete. Poco cinismo per i ragazzi di Capuano, che calciano una quantità enorme di tiri in porta, soprattutto nella ripresa, ma trovano i fortunosi interventi, in qualche modo, del portiere avversario

Cinismo impressionante per la Virtus Francavilla, che esce dal suo impianto con i tre punti, ma soprattutto con un risultato troppo rotondo, che nei novanta minuti non è stato mai legittimato. Il Taranto amministra bene nel primo tempo e si riversa all’attacco nella ripresa, trovando diversi interventi scomposti di Avella che, in un modo o nell’altro, riesce sempre a respingere le conclusioni ospiti. Una punizione fin troppo dura per i rossoblu, rei soltanto di non esser stati concreti come i loro avversari, ma che possono recriminare per un fallo dubbio da rigore su Guida, per un rigore generoso subìto nei loro confronti e per la tantissima sfortuna. Tra i migliori in campo figura Leonardo Mazza, schierato regista dopo diverse partite da mezzala, che ha fornito un’ottima prestazione, nel ruolo in cui i rossoblu hanno sempre avuto lacune. Di seguito i voti a giocatori e tecnico rossoblu.

Loliva: non riesce a riconfermare l’ottima prestazione di una settimana fa. Porta sulla coscienza un’uscita completamente errata degenerata nella rete del vantaggio avversario. Voto 5

Evangelisti: solita partita diligente ed ordinata per la rivelazione della stagione rossoblu. Incolpevole sulla terza rete, quando resta a terra gravemente infortunato, con l’arbitro che lascia continuare l’azione ai padroni di casa, bravi a chiudere la gara. Voto 6.5

Antonini: meno sicuro in qualche circostanza rispetto alle sue solite prestazioni, ma tutto sommato contiene bene le avanzate di Patierno. Voto 6

Manetta: la rete del vantaggio avversario arriva dal suo lato, poi commette il fallo di mano che porta al rigore del Francavilla che, anche se involontario e generoso da parte del direttore di gara, poteva essere evitato. Voto 5

Mastromonaco: si impegna tanto, fa qualche buona discesa, ma sbaglia ogni cross che tenta in tutto l’arco della gara. Probabilmente dovrebbe iniziare a provare con il mancino, dato che i due assist in stagione sono arrivati proprio con quel piede. Pericoloso su un tiro deviato. Voto 5

Chapi: gara di sacrificio, in cui difende tanto ma riesce anche a mettere ordine in diverse circostanze. Voto 6+

Mazza: è il migliore in campo dei suoi. Recupera una quantità industriale di palloni, ma soprattutto verticalizza con grande visione di gioco ed un piede educato. Ottimo senso della posizione, eccelle in un ruolo in cui, da quando manca Provenzano, i rossoblu hanno sempre avuto problemi. Voto 7

Diaby: ottimo primo tempo in cui si prende la responsabilità di qualche giocata, ma soprattutto domina fisicamente come al solito. Calo fisiologico nella ripresa a causa del lunghissimo tempo di inattività. Voto 6+

Formiconi: si sacrifica giocando a tutta fascia, peraltro su quella in cui non può sfruttare il suo piede preferito. Macina chilometri, difende bene ed è generoso anche in fase offensiva, dimostrando perchè in carriera ha militato in squadre importanti. Voto 6.5

La Monica: primo tempo evanescente, cerca di farsi vedere ma senza riuscirci. Sostituito nell’intervallo. Voto 5

Tommasini: alla ricerca della forma fisica perduta nel mese di infortunio. Punge poco e sembra impaurito, non cercando praticamente mai la conclusione in porta. Voto 5

Guida: entra bene, provando subito una conclusione che esce di pochissimo e ripetendosi qualche minuto più tardi. Svaria, allargandosi sulla sinistra ed effettua qualche cross insidioso. Sfortunato in un paio di circostanze, in cui trova l’intervento con i piedi del portiere avversario. Voto 6+

De Maria: entra in campo con mezzo allenamento nelle gambe dopo un lungo stop, ma non fa pesare la condizione fisica. Gioca a centrocampo, in un ruolo non suo e se la cava degnamente. Voto 6+

Infantino: entra ma non se ne accorge quasi nessuno. L’unica circostanza in cui si fa vedere è per un tentativo di colpo di testa, sul quale frana su un difensore avversario. Voto 5-

Capuano: non sbaglia nulla. Mette in campo la miglior formazione possibile, facendo rifiatare giustamente Guida dopo alcune prestazioni deludenti. Effettua sostituzioni sensate e solo la sfortuna non gli permette di guadagnare almeno un punto, in una gara preparata bene. Voto 6.5

Ti potrebbe interessare anche...

0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
error: Contenuto protetto!!
0
Would love your thoughts, please comment.x